Sas dla Crusc: una montagna da scoprire per passione, per divertimento e per fede.

Sas dla Crusc: una montagna da scoprire per passione, per divertimento e per fede.

Il Sasso di Santa Croce, Sas dla Crusc in ladino, è una delle montagne delle Dolomiti che domina sulla val Badia. La sua parete di 900 mt, un vero paradiso terrestre per gli amanti di freeclimbing, arrampicata e alpinismo,  non passa davvero inosservata quando al tramonto si infuoca letteralmente per i riflessi rosati del sole che poi riverbera sull’intera valle.

La Crusc è una piccola stazione sciistica, che in inverno offre tantissimo per gli appassionati sciatori e snowboarder, ma non solo. Anche chi ama le passeggiate con le racchette, lo scialpinismo sulle vette, le discese a valle con lo slittino, lo sci di fondo e il nuovissimo fat bike, per pedalare sulla neve fresca, a La Crusc troverà tutto quello che desidera.

 

Anche in estate per arrivare in cima a La Crusc bisogna partire da Badia, che dista da Corvara solo 7,5 km, e prendere una delle seggiovie che portano agli impianti della prima stazione. Questo versante così piacevolmente esposto al sole, dove in inverno sono gli sciatori di tutte le età a divertirsi in un vero parco sciistico, in estate si trasforma  in SummerPark La Crusc, meta obbligata quando si hanno dei bambini.

Il SummerPark non è semplicemente un parco divertimento nella natura, ma un modo per scoprire e vivere il territorio, le leggende e le tradizioni ladine.

Il parco è un sentiero circolare che porta i bambini in una vera esplorazione dell’area, ogni stazione è simbolicamente collegata ad una leggenda ladina del Regno dei Fanes e tutti i giochi si fondono perfettamente, per storia e materiali, con l’ambiente circostante. Inoltre due rifugi posti lungo il sentiero permettono soste e momenti di relax per tutta la famiglia.

Per chi invece decide di proseguire la salita in cabinovia verso il Santuario di Santa Croce non se ne pentirà, anche con i bambini.

Questo luogo di spiritualità, fu costruito ai piedi della catena montuosa Sas dla Crusc-Lavarela nel XV secolo, come a voler dare la possibilità ai pellegrini di rinfrancare l’animo con il paesaggio roccioso che circonda il santuario.

Il Santuario Santa Croce si trova a  2045 mt proprio alle porte del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, patrimonio UNESCO, e non solo è meta estiva di pellegrinaggi ma anche punto di partenza per numerose escursioni con diversi livelli di difficoltà.

Dolomites, Natural Park Fanes-Senes-Braies Italy. Landscape with Brook, mountain and forest in a cloudy day. Lomo effects and long exposure for wather.

Gli amanti dei percorsi più impegnativi e delle ferrate, avranno senz’altro grande soddisfazione raggiungendo, attraverso uno di questi sentieri, proprio la cima del Sas dla Crusc, una delle cime piú note dell’Alta Badia che domina il Santuario stesso.

Dopo una camminata di 2h e 40’ lo sguardo si perderà su tutta la valle in basso e sarà un po’ come sentirsi in cima al mondo.

Altro sentiero interessante, più lungo da percorrere e con un dislivello leggermente superiore, è quello che porta alla Cima Dieci, vetta che invece domina il paese di La Val, dal quale si gode un meraviglioso panorama sulle bellezze del massiccio montuoso di Fanes.

Per chi invece desidera semplicemente passeggiare a ritmo tranquillo, magari insieme ai bambini, dedicando il tempo necessario al cammino per godere del paesaggio dolomitico circostante e del sole che su questo lato delle Dolomiti dura dall’alba al tramonto…ebbene i percorsi per vivere tutto questo sono quattro, tutti della lunghezza di 4 km, durano dalle 2h alle 3h e tutti adatti ai bambini.

Tre di questi sentieri portano a Badia ma il più interessante anche se il più lungo, soprattutto per i bambini, è quello che dopo una camminata pianeggiante porta prima alla grotta di neve, una suggestiva grotta che si forma con lo scioglimento della neve e a volte dura fino all’inverno successivo, e poi scende attraverso un bosco verso i bellissimi Prati Armentara, una vra gioia per gli occhi.

Tutti i sentieri sono in ogni caso piacevoli e poco impegnativi, ma per chi è arrivato a Badia all’andata in macchina, sarà un indiscutibile piacere ridiscendere dal Sas dla Crusc godendo di tutta la bellezza di questo angolo di paradiso tra le vette dolomitiche.